ccbot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
NEWS DAL MONDO

NEWS DAL MONDO




Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni ha annunciato di aver effettuato un’operazione di repo con la Capogruppo Veneto Banca per 300 milioni di euro, a condizioni di mercato e con una durata di due settimane. Veneto Banca ieri ha comunicato di aver ottenuto dalla Commissione Europea la valutazione positiva per accedere alle misure di sostegno della liquidità e dunque per emettere ulteriori passività garantite dallo Stato.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Notizie Italia


“Oggi il potere passa da Washington ai cittadini americani”. Queste le parole pronunciate da Donald Trump subito dopo la cerimonia di giuramento che ne ha decretato ufficialmente la nomina a 45mo presidente degli Stati Uniti. Il filo conduttore è uno solo: l'America prima di tutto. “Abbiamo arricchito aziende estere, abbiamo dato armi ad altri Paesi, abbiamo difeso i confini di altre nazioni”, ha detto The Donald da Capitol Hill. “Abbiamo reso Paesi ricchi mentre la ricchezza nel nostro Paese scompariva”. Il neo presidente statunitense ha ribadito che particolare attenzione sarà data alla politica infrastrutturale: “costruiremo nuove autostrade, ponti, stazioni ferroviarie in tutta la nostra grandiosa nazione”. Due le regole che ispireranno la nuova amministrazione: “assumi americani, compra prodotti americani”.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Notizie Mondo


Il Cda di Digital Bros oggi ha approvato la sottoscrizione di un accordo di investimento per l’acquisizione del 100% del capitale di Kunos Simulazioni, azienda che realizza simulatori per le principali aziende automobilistiche italiane. “A seguito di quest’esperienza ha sviluppato e lanciato sul mercato nel corso del 2014 Assetto Corsa, un videogioco che ha riscosso grande successo di critica e pubblico nelle versioni PC Steam, Sony Playstation 4 e Microsoft Xbox One, con oltre 1,4 milioni di copie vendute nel mondo ad oggi”, riporta la nota. “Con questa acquisizione il Gruppo Digital Bros intende crescere sempre di più come editore e sviluppatore di giochi in grado di riscuotere successo a livello mondiale e di essere sempre pronto a soddisfare le richieste di un pubblico sempre più esigente”. L’operazione per un prezzo nominale complessivo pari a 4.341.500 euro.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Notizie Italia


S&P Global Ratings ha confermato il giudizio di lungo e breve termine “B-/B” assegnato alla Repubblica Ellenica (outlook stabile). “Nonostante i ritardi nel completamento della seconda revisione del piano di sostegno da 86 miliardi di euro, ci aspettiamo che la Grecia continui a soddisfare, anche se con notevoli ritardi, la maggior parte delle condizioni dell’attuale programma”, riporta la nota emessa dall’agenzia di rating.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Rating


Nell’ambito del Piano Industriale del Gruppo, che prevede la cessione di sofferenze per un totale di 8 miliardi di euro, Banco BPM ha perfezionato la cessione pro-soluto di un portafoglio di crediti in sofferenza. Il portafoglio ceduto comprende circa 1800 posizioni per un valore nominale complessivamente pari a circa 641 milioni di euro, senza alcun impatto negativo sul conto economico. L’operazione porta il totale delle cessioni effettuate, da inizio 2016, a circa 1,7 miliardi.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Notizie Italia


A seguito del taglio del merito di credito sovrano, DBRS Ratings Limited ha annunciato di aver ridotto la valutazione su Intesa Sanpaolo a “BBB (alto)” dal precedente “A (basso)”, con trend “stabile”. Confermato il giudizio di breve “R-1 (basso)”. Con la stessa motivazione, l’agenzia ha ridotto il rating dei bond MPS garantiti dal Tesoro a “BBB (alto)”. L’agenzia ha inoltre confermato, doop l’acquisizioni delle c.d. “Good Banks”, il rating di UBI a “BBB (alto)” portando il trend a “negativo” da “stabile”.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Rating


Chiusura piatta per gli indici europei nel giorno dell’insediamento di Donald Trump, che guiderà la prima economia fino al 2021. A Londra il FTSE100 ha terminato a 7.198,44 punti, -0,14%, il Dax è salito a 11.630,13, +0,29%, il Cac40 si è spinto a 4.850,67, +0,20%, e l’Ibex si è confermato a 9.380,10 (+0,01%). A Pagini +0,5% per LVMH, in procinto secondo i ben informati di acquistare il 10% di Marcolin, e rosso dell’1,57% di Edenred. Secondo quanto riportato dalla Reuters, il maggiore azionista avrebbe venduto la quota detenuta per 500 milioni di euro. Numerose le indicazioni macroeconomiche arrivate dalla Cina nel corso della notte: la crescita economica del quarto trimestre, stimata al 6,7%, si è attestata al 6,8%, meglio del previsto anche le vendite dal dettaglio, salite del 10,9% (consenso 10,7%), mentre ha deluso la produzione industriale, in aumento del 6% (stime a +6,1%).

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Indici e quotazioni


Piazza Affari ha chiuso in leggero ribasso con gli investitori che si mossi cauti per tutta la giornata in attesa del discorso di inaugurazione di Donald Trump. Gli investitori aspettano le prime indicazioni sul piano economico della nuova amministrazione Trump, in particolare le misure protezionistiche e gli interventi di sostegno alla congiuntura. Questa mattina i listini asiatici sono stati poco mossi con la Borsa di Tokyo che ha chiuso con un +0,34%. Intanto dalla Cina sono giunte importanti indicazioni, in particolare sul Pil che nel quarto trimestre ha accelerato a un +6,8%, battendo le attese del mercato. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha chiuso con un ribasso dello 0,06% a 19.479 punti. Banche contrastate sul listino milanese: Banco Bpm ha guadagnato lo 0,69% a 2,90 euro e Popolare dell'Emilia Romagna l'1,59% a 5,745 euro, mentre le vendite hanno prevalso su Ubi Banca (-2,19% a 3,58 euro) e Unicredit (-1,47% a 2,69 euro). Positiva FCA (+0,32% a 9,40 euro) che si conferma tonica recuperando ulteriormente il terreno perso a seguito delle accuse mosse dall’Agenzia per la protezione ambientale statunitense (EPA). Ieri sera S&P Global Ratings ha confermato la valutazione di lungo e breve termine su Fiat Chrysler Automobiles a “BB/B” con outlook stabile. “Nonostante FCA potrebbe essere multata, la tempistica e la portata sono ancora incerte”, ha riportato la nota dell’agenzia. "Le indiscrezioni di un possibile ingresso di Lvmh nel capitale di Marcolin suggeriscono che il gruppo possa mirare all'internalizzazione di tutte le proprie licenze eyewear". Così gli analisti di Equita, che hanno ricordato che, tra i marchi del colosso francese, Luxottica gestisce in licenza solo Bulgari, licenza prestigiosa ma di dimensioni limitate (meno dell'1% dei ricavi). "Gli impatti sarebbero quindi molto limitati per il gruppo", hanno sottolineato gli esperti. A Piazza Affari il titolo Luxottica ha chiuso sulla parità a 51,25 euro. Male Ynap (-4,25% a 25,90 euro) con gli analisti che guardano alle stime per il quarto trimestre del 2016. "Aggiorniamo le stime di Ynap incorporando una crescita di fatturato a cambi costanti per il quarto trimestre simile a quella del terzo trimestre (circa +17%), leggermente più prudente rispetto alla stima precedente (+20% circa)", hanno spiegato gli analisti di Equita.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Indici e quotazioni


L'ultimo Bollettino Economico di Bankitalia rimarca come la ripresa dell’economia italiana è proseguita, pur se moderatamente, in autunno. Considerando l’andamento della produzione industriale, quello dei consumi elettrici e quello del trasporto merci, tutti in crescita, e gli indicatori di fiducia delle imprese, che si collocano su valori elevati, nel quarto trimestre del 2016 il PIL potrebbe essere aumentato a un ritmo valutabile attorno allo 0,2 per cento rispetto al periodo precedente.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Dati Macroeconomici


Le nuove proiezioni di Bankitalia per l’economia italiana indicano che in media il PIL dovrebbe essere aumentato dello 0,9 per cento nel 2016 e crescerà allo stesso ritmo anche nell’anno in corso per poi accelerare all’1,1 sia nel 2018 sia nel 2019. Proiezioni in linea con quelle indicate lo scorso mese. L’attività economica verrebbe ancora sospinta dalla domanda nazionale e, già dal 2017, dal graduale rafforzamento di quella estera. Il livello del PIL nel 2019 sarebbe ancora inferiore di circa quattro punti percentuali rispetto al 2007.

Categoria: Finanza
Sottocategoria: Notizie Italia