ccbot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
IN EVIDENZA

IN EVIDENZA

stampa

Il keniano Yego e la debuttante etiope Kebede conquistano la Veneto Banca Lago Maggiore Half Marathon

Il keniano Solomon Yego e la debuttante etiope Sutume Kebede sono i vincitori dell'ottava edizione della Veneto Banca Lago Maggiore Half Marathon che si è corsa domenica 19 aprile con partenza da Verbania ed arrivo sul lungo lago di Stresa.

 

Una corsa che si è rivelata velocissima, tanto da diventare ad oggi la terza mezza maratona più veloce corsa in Italia nel 2015, grazie alla prestazione di valore di Solomon Yego, che ha tagliato il traguardo in 1h00'47", suo nuovo primato personale.

Anche la gara femminile, grazie al risultato di Sutume Kebede, giunta sulla finish-line in 1h09'07", conferma la Veneto Banca Lago Maggiore Half Marathon quale terza maratonina in Italia. Kebede, al debutto sulla distanza, è una conferma dell'immenso bacino africano di grandi talenti e grande è la soddisfazione da parte della Veneto Banca Lago Maggiore Half Marathon di aver oggi lanciato la carriera di una grande campionessa.

 

Un clima ideale per correre, con totale assenza di vento, ha caratterizzato la competizione sportiva sostenuta da Veneto Banca, rappresentata da Giulia Pedrazzi, direttore territoriale Vco Varese, consentendo le grandi prest azioni dei due campioni, alle cui spalle è giunto un podio tutto di matrice keniana ed etiope.

 

Nella gara maschile è arrivato secondo il giovanissimo Festus Talam, classe 1994, a Stresa in 1h00'56", mentre terzo gradino del podio conquistato dal debuttate Cosmas Jairus Birech con 1h01'05". Nella gara femminile è seconda in 1h10'18" la keniana Leonida Mosop, la favorita della vigilia, che comunque fa una grande prestazione personale arrivando a soli 7" dal primato personale, mentre completa il podio un'altra etiope, giovanissima categoria Juniores, Jeneta Kabela, in 1h11'17".

 

Colori italiani difesi dall'azzurro Kaddour Slimani (Cus Parma) che nella gara di casa, vivendo lui a Stresa, finisce settimo assoluto in 1h08'35" e si aggiudica anche lo speciale premio istituito per il primo italiano in classifica, in memoria di Aldo Sassi. Tra le donne con 1h23'36" è Antonella Gravino la prima italiana a tagliare il traguardo, 102esima assoluta e nona donna. Per lei il premio speciale in ricordo di Patrizia Pizzi.

Ultimo aggiornamento  21.04.15   h 14:58