ccbot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
CONVENZIONI PER LE IMPRESE

CONVENZIONI PER LE IMPRESE

stampa

CONVENZIONI PER LE IMPRESE

VENETO BANCA E FIDITURISMO INSIEME PER AVVIARE IL "PLAFOND SVILUPPO": 3 MILIONI DI EURO PER SOSTENERE L'IMPRENDITORIA ALBERGHIERA
Gennaio 2014

Tre milioni di euro a supporto del settore alberghiero della Costa Veneziana, che gli imprenditori potranno utilizzare per sostenere la liquidità delle proprie aziende nel periodo di chiusura, così da realizzare i necessari interventi di piccola sistemazione e manutenzione delle strutture in vista della riapertura per la nuova stagione turistica.

E' quanto prevede il "Plafond Sviluppo", una nuova opportunità per il comparto alberghiero possibile grazie alla collaborazione avviata tra Fiditurismo e Veneto Banca.

L'accordo sottoscritto tra il Confidi degli albergatori e l'istituto di credito prevede che la banca metta a disposizione dei soci di Fiditurismo (circa 670 imprese turistico ricettive, tra cui la metà di quelle del Veneziano) un plafond di complessivi tre milioni di euro, con finanziamenti a tassi particolarmente agevolati per un importo massimo di 150 mila euro per ciascun imprenditore richiedente e durata massima di un anno.

 

VENETO BANCA E CONFINDUSTRIA VERONA: 50 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE ASSOCIATE
Dicembre 2013

Quella siglata tra Confindustria Verona e Veneto Banca è una convenzione a 360°, creata per dare risposte concrete alle imprese che combattono ogni giorno la crisi.

A tal proposito, nella convenzione, Veneto Banca ha deciso di inserire una linea di credito volta a soddisfare le esigenze straordinarie delle imprese per il pagamento di imposte, tasse e contributi e per la liquidazione della 13° e 14° mensilità dei dipendenti: uno strumento che, anno dopo anno, è divenuto sempre più cruciale per consentire di affrontare e gestire al meglio le uscite economiche dell'ultima parte dell'anno.

Con questo plafond Veneto Banca va controcorrente rispetto ai dati sul sistema bancario italiano che emergono dalla Banca d'Italia: a settembre, i finanziamenti alle imprese hanno registrato un calo del 4,2% su base annua.

La cifra stabilita dall'intesa è suddivisa tra la capogruppo Veneto Banca, 20 milioni, e le due società prodotto del Gruppo, Claris Leasing e Claris Factor, 15 milioni ciascuna. Una scelta dettata dalla volontà di rispondere in maniera esaustiva alle differenti esigenze del mondo imprenditoriale veronese, con un occhio di riguardo al comparto export, che sta facendo da traino a tutto il sistema economico produttivo e locale.

Le imprese associate all'ente confindustriale veronese potranno quindi accedere a finanziamenti a tassi agevolati, in base al rating, per un importo massimo di 500.000 euro per azienda.
 

VENETO BANCA E CONFINDUSTRIA PADOVA: 50 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE ASSOCIATE
Ottobre 2013

Una convenzione a 360°, creata per dare risposte concrete alle imprese che combattono la crisi: è quella che Veneto Banca ha scelto di dedicare alle imprese associate a Confindustria Padova.

L'accordo prevede un plafond di 50 milioni di euro, 20 dei quali per finanziamenti a condizioni chiare e vantaggiose, con un occhio di riguardo alle imprese che lavorano con l'estero, specialmente quelle vocate all'export, attività che in questa fase sta facendo da traino alla ripresa del sistema economico produttivo locale e nazionale.

Altri 30 milioni di euro sono messi a disposizione da Claris Factor e Claris Leasing, due società prodotto del Gruppo Veneto Banca che possono contare su una lunga esperienza nei rispettivi settori.

In aggiunta, Veneto Banca ha scelto di inserire nella convenzione un ulteriore finanziamento, volto a soddisfare le esigenze straordinarie delle imprese per il pagamento di imposte, tasse e contributi e per la liquidazione della 13° e 14° mensilità dei dipendenti: uno strumento che, anno dopo anno, con il perdurare delle difficoltà del sistema produttivo, è divenuto sempre più cruciale per consentire di affrontare e gestire al meglio le uscite economiche dell'ultima parte dell'anno.
 

VENETO BANCA E UNINDUSTRIA FERRARA: 15 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE ESTENSI
Luglio 2013

15 milioni di euro: è questa la cifra messa a disposizione dalla Direzione Territoriale Centro Nord di Veneto Banca alle imprese associate a Unindustria Ferrara.

Un plafond composto da varie soluzioni, per rispondere in maniera esaustiva alle diverse esigenze del mondo imprenditoriale estense: la cifra, infatti, è divisa in 3 parti uguali tra la capogruppo Veneto Banca e le due società prodotto del Gruppo, Claris Leasing e Claris Factor.

La prima tranche di 5 milioni di euro offerta dalla capogruppo è destinata ai finanziamenti Anticipo Export/Salvo Buon Fine/Import e fatture Italia, e prevede un importo massimo finanziabile di 500.000 euro.
La seconda tranche del plafond è riservata alle imprese che prediligono il factoring: Claris Factor, a fronte della loro cessione, offrirà l'incasso, la garanzia e l'anticipo dei crediti ceduti. Per questa tipologia di operazione l'importo minimo per singolo debitore ceduto è di 100.000 euro. Infine, per chi predilige il leasing, la terza tranche è gestita dalla società prodotto Claris Leasing, che offre soluzioni per beni strumentali (autovetture, veicoli industriali, macchinari, impianti, ecc.) e beni immobili.

Le imprese interessate a beneficiare delle condizioni favorevoli di questi plafond possono presentare domanda nella filiale Veneto Banca di Largo Castello 22, nel cuore di Ferrara.
 

VENETO BANCA E APINDUSTRIA PER LE IMPRESE MANTOVANE
Luglio 2013

Apindustria e Veneto Banca siglano la prima convenzione a livello mantovano per dare una risposta chiara e trasparente alle esigenze di credito delle oltre 500 aziende associate.

"Veneto Banca è una banca nuova per il nostro territorio ma che parte da una tradizione consolidata di attenzione alle imprese – sottolinea il presidente Francesco Ferrari – ci siamo trovati in linea con l'istituto su obiettivi, priorità e progetti a favore delle aziende per rilanciare un credito che stenta a trovare il modo di essere a misura di azienda. Ci aspettiamo nuove idee e un impegno forte da questa collaborazione appena instaurata".

La convenzione si applicherà alle oltre 500 aziende associate ad Apindustria che occupano un totale di quasi 12.000 addetti.
 

VENETO PER VENETO - 6 MILIONI PER LA CRESCITA DELLE PMI VENETE
Giugno 2013

Per andare incontro alle esigenze finanziarie delle imprese del territorio Veneto e specificamente a quelle di innovazione tecnologica e di internazionalizzazione, Veneto Banca e Fondo di Solidarietà Veneto - Fondo Pensione hanno siglato un accordo di platfond di 6 milioni di euro.

Ogni impresa potrà richiedere un importo massimo di 100.000 euro per finalità quali: investimenti materiali (acquisto macchinari, impianti, arredi), investimenti immateriali (licenze, realizzazione siti web, collegamenti telematici, software e brevetti), investimenti per l'internazionalizzazione (costi di ricerca e sviluppo, partecipazione a fiere internazionali).
 

VENETO BANCA E CONFINDUSTRIA BERGAMO: 40 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE BERGAMASCHE
Aprile 2013

40 milioni di euro, è questa la cifra messa a disposizione da Veneto Banca alle imprese associate a Confindustria Bergamo.

La cifra stabilita dall'intesa è suddivisa tra la capogruppo Veneto Banca, 20 milioni, e le due società prodotto del Gruppo, Claris Leasing e Claris Factor, 10 milioni ciascuna. Una scelta dettata dalla volontà di rispondere in maniera esaustiva alle differenti esigenze del mondo imprenditoriale bergamasco.

Le imprese associate all'ente confindustriale bergamasco potranno quindi accedere a finanziamenti a tassi agevolati, in base al rating, per un importo massimo di 500.000 euro per azienda.
L'obiettivo condiviso dal Gruppo Veneto Banca e da Confindustria Bergamo è quello di dare nuova linfa al tessuto imprenditoriale sempre più fiaccato dal protrarsi della crisi.

Con questo stesso proposito, Veneto Banca ha recentemente siglato numerose intese con gli attori dei territori in cui è presente, mettendo a disposizione delle imprese plafond e competenze nel campo dell'internazionalizzazione, tema caldo degli ultimi mesi.
 

VENETO BANCA E UNINDUSTRIA TREVISO RINNOVANO L'INTESA PER LE PMI ASSOCIATE
Marzo 2013

Si rinnova la collaborazione di Veneto Banca, e delle sue società prodotto Claris Factor e Claris Leasing, e Unindustria Treviso per il credito alle piccole e medie imprese.

Il risultato di questa collaborazione continuativa è un plafond di 50 milioni di euro per le imprese associate a Unindustria Treviso.

La struttura del plafond prevede una tranche di 20 milioni di euro da Veneto Banca per le operazioni di anticipo SBF/estero, anticipo fatture Italia e finanziamento import.

Ogni impresa può richiedere un importo massimo di 500.000 euro, elevabile a 750.000 euro.

Inoltre, per assistere le aziende della filiera agroalimentare alla luce della legge 1/2012 art. 62, che disciplina i tempi di pagamento delle merci fresche, l'istituto ha studiato due tipologie di finanziamento: anticipo bullet con durata massima 90 giorni o rimborso rateale con durata massima 6 mesi e rate mensili.

I rimanenti 30 milioni di euro sono suddivisi equamente tra le due società prodotto del Gruppo, Claris Factor e Claris Leasing: una scelta dettata dalla volontà di rispondere in maniera esaustiva alle differenti esigenze del mondo imprenditoriale trevigiano.

Le imprese interessate a beneficiare delle condizioni favorevoli di questi plafond, potranno presentare domanda in tutte le filiali della provincia di Treviso di Veneto Banca consegnando contestualmente un apposito fascicolo informativo rilasciato da Unindustria, il cosiddetto Quadro d'Impresa.

Una volta ricevuto il fascicolo, Veneto Banca e Claris Factor si impegnano a dare una risposta alle richieste di finanziamento entro 30 giorni dalla consegna di tutta la documentazione necessaria, fornendo esplicite motivazioni scritte in caso di esiti negativi.
 

VENETO BANCA: 50 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE TREVIGIANE
Febbraio 2013

Per accompagnare lo sviluppo delle aziende dei settori dell'artigianato e del commercio della provincia di Treviso e per promuovere e sviluppare sinergie operative di reciproco interesse, sostenendo il territorio in un momento congiunturale estremamente delicato, è stato firmato un accordo tra Veneto Banca e le tre principali Associazioni di categoria della provincia.

Nel 2012, rispetto l'anno precedente, le banche italiane hanno concesso 50 miliardi di euro in meno: secondo le prime stime dell'ABI, a gennaio i prestiti alle famiglie e alle imprese sono diminuiti di ben 3 punti percentuali.

Veneto Banca va in controtendenza e mette a disposizione delle oltre 26.000 aziende associate con Ascom Treviso, C.N.A. Treviso, Confartigianato Treviso e Artigianato Trevigiano un plafond di 50 milioni di euro.

Ad artigiani e commercianti iscritti alle associazioni in questione verranno concessi finanziamenti a tassi agevolati, della durata massima di 5 anni con un importo minimo di 10.000 euro.

Veneto Banca offre al tessuto produttivo trevigiano uno strumento concreto per consentire investimenti e produrre valore sul territorio.

Ma l'impegno di Veneto Banca non finisce qui; le aziende potranno infatti sapere se hanno avuto o meno il finanziamento in tempi molto brevi: una settimana per i clienti, due per i non clienti, garantendo così tempi certi di accoglimento delle pratiche.

Il tasso di affidamento, inoltre, non terrà conto del rating assegnato a ciascuna impresa.
 

VENETO BANCA E CONFINDUSTRIA VICENZA: 50 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE VICENTINE
Febbraio 2013

50 milioni di euro, è questa la cifra messa a disposizione da Veneto Banca alle imprese associate a Confindustria Vicenza.

La cifra stabilita dall'intesa è suddivisa tra la capogruppo Veneto Banca, 20 milioni, e le due società prodotto del Gruppo, Claris Leasing e Claris  Factor, 15 milioni ciascuna. Una scelta dettata dalla volontà di rispondere
in maniera esaustiva alle differenti esigenze del mondo imprenditoriale berico.

Le imprese associate all'ente confindustriale vicentino potranno quindi accedere a finanziamenti a tassi agevolati, in base al rating, per un importo massimo di 500.000 euro per azienda.
L'obiettivo condiviso dal Gruppo Veneto Banca e da Confindustria Vicenza è quello di dare nuova linfa al tessuto imprenditoriale sempre più fiaccato dal protrarsi della crisi.
Con questo stesso proposito, Veneto Banca ha recentemente siglato numerose intese con gli attori dei territori in cui è presente, mettendo a disposizione delle imprese plafond e competenze nel campo dell'internazionalizzazione, tema caldo degli ultimi mesi.
 

VENETO BANCA, CLARIS FACTOR E CONFINDUSTRIA UDINE: 20 MILIONI DI EURO PER LE IMPRESE FRIULANE
Febbraio 2013

Venti milioni di euro anche nel 2013 per le imprese friulane associate a Confindustria Udine: è questo il plafond previsto dal rinnovo dell'accordo tra Veneto Banca, Claris Factor - società del Gruppo Veneto Banca - e Confindustria Udine.

Il plafond verrà utilizzato per favorire l'attività delle imprese iscritte a Confindustria Udine attraverso due diverse modalità.
10 milioni di euro sono a disposizione delle imprese associate per le operazioni di anticipo Salvo Buon Fine/Estero, anticipo fatture Italia, finanziamento import e (da quest'anno) anche per operazioni di anticipo sulla cessione di prodotti agricoli e alimentari (ex art. 62 – legge 27/2012).
L'importo massimo che ogni impresa potrà ottenere è di 500mila euro.

L'altra metà del plafond è invece destinata a tutte quelle imprese che intendano gestire i propri crediti attraverso lo strumento del factoring. Claris Factor, a fronte della loro cessione, offrirà l'incasso, la garanzia e l'anticipo dei crediti ceduti siano essi verso soggetti privati che pubblici. Per questa tipologia di operazione l'importo minimo per singolo debitore ceduto è di 100 mila euro.

In entrambi i casi la convenzione terminerà il 31 dicembre 2013.
Le imprese interessate a beneficiare delle condizioni favorevoli di questi plafond potranno presentare domanda in tutte le filiali di Veneto Banca in provincia di Udine consegnando contestualmente l'apposito fascicolo informativo rilasciato da Confindustria, denominato "Il Quadro d'Impresa".
Una volta ricevuto il fascicolo, Veneto Banca e Claris Factor hanno confermato l'impegno a fornire risposta alle richieste di finanziamento entro 30 giorni lavorativi, fornendo esplicite motivazioni scritte in caso di esito negativo.

 

Vieni a parlarne con un nostro gestore in filiale.
 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali consultare i fogli informativi disponibili in Filiale e nel sito Internet. L'erogazione è subordinata alla valutazione della Banca.

Ultimo aggiornamento  11.08.16   h 17:07